LE COMICHE FINALI – LA GRAZIA AD ANNA MARIA FRANZONI

f170852b94a74e1c99686c3adaee6016.gifSiamo davvero una nazione ridicola…..potrei chiudere subito qui il post e sono sicuro che molti di voi che leggete sareste d’accordo con me….ma naturalmente voglio spiegarvi il perché di questa mia riflessione….

Un paio di giorni fa avevo deciso di scrivere due righe sul caso della condanna a 16 anni di Anna Maria Franzoni (dopo 6 anni di processi e dibattiti tv) e leggevo che subito era stata richiesta l’applicazione dell’indulto (3 anni) per poi chiedere i vari benefici e far uscire la colpevole di un infanticidio dopo 2/3 anni. Ecco tutto questo mi sembrava assurdo. Assurdo che dopo anni di processi, studi e analisi sul caso, si arrivi ad una sentenza definitiva che definitiva non lo è per niente…..che immagine diamo della giustizia? Che se siamo condannati per un reato come l’omicidio ci passiamo 6 anni nei salotti della tv per poi male che vada passare 2 anni in carcere con il massimo del comfort e del supporto morale di tutta la nazione? Credo sia peggio mendicare 10 centesimi al semaforo rischiando 2 anni di pena…..

Ma la ciliegina sulla torta arriva oggi quando apprendo della pubblicazione su Liberazione, quotidiano di Rifondazione Comunista, (non soddisfatta di tutte le stronzate dette e fatte negli ultimi anni……che l’hanno portata a sparire dal parlamento italiano) titola in prima pagina “ Ora date la grazia ad Anna Maria Franzoni” in un articolo che parla di pietà, di compassione, dei figli lasciati soli dalla madre…..All’inizio penso di tratti di un titolo provocatorio…..invece leggendo l’articolo ho la conferma di come questa sinistra sia davvero impazzita e non sapendo come reagire spara stronzate a caso….Persino la Brambilla ha dichiarato che la sentenza è dura ma giusta.

Ma come? Viviamo in un periodo dove la giustizia è in pieno crisi, non c’è certezza della pena, la gente chiede pene pesanti per chi commette crimini e soprattutto la certezza della pena e questi cosa fanno? Chiedono che dopo 6 anni di processi, centinaia di avvocati e magistrati impegnati, soldi spesi dallo stato, noi poveri cittadini costretti ad ascoltare Vespa in stile C.S.I., arriviamo finalmente ad una sentenza definitiva (giusta o sbagliata che sia non è di certo l’unica in Italia e nel mondo), la colpevole viene trasportata in carcere e dopo due giorni arriviamo a scrivere queste baggianate?

E le motivazioni addotte a tale richiesta? La compassione? Di cosa? Di una persona psicologicamente instabile che non ha mai ammesso la sua colpa, che ha utilizzato fior di avvocati (che taroccavano anche le prove) avendo ampia disponibilità economica, che ha sfruttato il mezzo televisivo per piangere ed influenzare l’opinione pubblica? Il fatto che abbia due figli? Benissimo, due figli che staranno di sicuro meglio senza una madra non con tutte le rotelle….e poi cosa vuol dire che chiunque abbia dei figli in Italia non deve scontare la propria pena? Ci sono migliaia di giovani madri in carcere dimenticate da tutti per reati nemmeno paragonabili (ci dobbiamo aspettare un’indulto per chiunque abbia un figlio?).

Ora credo sia meglio terminare qui il post. Lascio a voi le considerazioni su quanto sia difficile applicare la legge in Italia….Se poi ci sono cervelli che portano avanti idee di questo genere…..beh! Poveri Noi!

Clicky Web Analytics

LE COMICHE FINALI – LA GRAZIA AD ANNA MARIA FRANZONIultima modifica: 2008-05-24T15:45:05+02:00da homerjsimpson80
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento