Le prime promesse mantenute dal governo Berlusconi

341d627847a8792a51b0b9daf96f45f8.jpg81d1d2f6cda2c5b48b68f5ebaf6e183b.gif

Eravamo certi che le promesse fatte da Sandro “dio ci salvi” Bondi e Berluska sul non candidare condannati nelle proprie liste sarebbe stata mantenuta. E il nuovo governo dei record che tanto aspettavamo comincia subito a mantenere le promesse.

Infatti oggi (fonte: Agi News) scrive: “Non avrebbe avuto i requisiti per poter essere eletto all’estero e per diventare senatore avrebbe dichiarato il falso. Il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e il pm Giovanni Bombardieri, titolari dell’inchiesta sulle irregolarita’ nel voto degli italiani all’estero, hanno iscritto sul registro degli indagati Nicola Paolo Di Girolamo, senatore del Pdl eletto nella circoscrizione Europa. I reati ipotzzati sono la violazione della legge elettorale e il falso in atto pubblico: secondo i magistrati avrebbe dichiarato, contrariamente al vero, di risiedere in Belgio.”

Beh che dire: si sentiva a disagio in parlamento con la fedina penale sporca e allora ha deciso di sporcarla prima di essere eletto. Viva la coerenza!

Clicky Web Analytics

Le prime promesse mantenute dal governo Berlusconiultima modifica: 2008-05-12T20:46:09+02:00da homerjsimpson80
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento