OBBIETTORI SENZA COSCIENZA!!!

 

 di Telespalla Chiara        

6631a06fd36cb0153c20b386a25d47a5.jpgGià un recente servizio delle Iene aveva fatto vedere il calvario di una coppia alla ricerca di un medico che prescrivesse  la famosa pillola del giorno dopo. Una vera e proprio corsa contro il tempo…e pensare che gli obbiettori, per legge, non potrebbero rifiutarsi di prescrivere questa pillola.

Infatti, come spiega bene Riccardo Calcagno in un suo articolo pubblicato su www.uaar.it, la legge 194 in materia di obbiezione di coscienza, parla di interruzione di gravidanza, non di contraccezione! Ma la pillola del giorno dopo è un contraccettivo!

Contrariamente a quanto sostengono li autorevoli Ferrara e Ruini, scienza e giurisprudenza ci dicono che la pillola del giorno dopo è un CONTRACCETTIVO POST-COITALE.         

Ecco cosa scrivono i giudici del Tar del Lazio, chiamati a decidere su questo argomento:

“Il decreto che autorizza la commercializzazione del “Norlevo” non contrasta con la legge n. 194/1978, poiché il farmaco autorizzato agisce con effetti contraccettivi in un momento anteriore all’innesto dell’ovulo fecondato nell’utero materno. Detta evenienza resta sottratta alla regolamentazione dettata dalla legge richiamata che, come in precedenza esposto, assume a riferimento una condizione fisiologica della donna di stabile aspettativa di maternità cui soccorrono, in presenza di una volontaria e consapevole scelta interruttiva, specifici interventi di assistenza sul piano sanitario e psicologico. Come, del resto, illustrato dalle parti resistenti, il farmaco “Norlevo” esplica effetti di prevenzione della gestazione al pari di altri usuali metodi contraccettivi, quale lo “IUD” o spirale, che parimenti mirano a inibire l’impianto dell’ovulo fecondato e in ordine ai quali non si pone questione circa la qualificazione come pratiche abortive eccedenti i limiti stabiliti dalla legge n. 194/1978”.

Per farla breve: la pillola del giorno dopo agisce alternativamente prevenendo l’ovulazione o, qualora l’ovulo sia già stato fecondato, modificando la cavità uterina in modo da impedire l’annidamento dell’ovulo stesso. Se invece l’ovulo si è già innestato, e quindi è iniziata una gravidanza, la PDGD non avrà alcun effetto.

E’ dunque chiaro come sia illegittimo il ricorso all’art 9 della legge 194.  Prendere la pillola del giorno dopo NON SIGNIFICA ABORTIRE, percui nessun medico si può rifiutare di prescriverla evocando l’obbiezione di coscienza.

Insomma, come al solito giocano con la disinformazione delle persone, e tutti coloro che dovrebbero evitarla (tv – stampa, ecc.ecc.) fanno finta di niente!

Per questo vi rimando all’articolo completo di Calcagno: http://www.uaar.it/laicita/contraccezione/calcagno-articolo-pdgd.html

Tenetevi informati e divulgate il più possibile…pare che ce ne sia un gran bisogno!!

Fonte: www.uaar.it

OBBIETTORI SENZA COSCIENZA!!!ultima modifica: 2008-04-01T22:41:47+02:00da homerjsimpson80
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “OBBIETTORI SENZA COSCIENZA!!!

Lascia un commento